Foyer

 

 Un unicum nell'offerta locale di spazi commerciali e per i servizi.

 

Ambienti, grandi, aperti e modulari I quattro piani in cui si articola “Il Foyer”, per un totale di 1.980 mq (sotterraneo 490 mq, terreno e primo 620 mq ciascuno, secondo piano 250 mq), sono costituiti da superfici modulari “aperte” ovvero non frazionate al loro interno; questo rende gli spazi del Foyer adattabili alle specifiche esigenze delle attività di servizi da insediare, quali attività commerciali (negozi, commercio all' ingrosso, ristorazione) e magazzini a supporto delle stesse, attività del terziario (studi professionali, agenzie di viaggi, sportelli bancari, uffici postali), attività turistico-recettive.

 

Una posizione decisamente strategica “Il Foyer”, a cui si accede da Largo dei Valdesi, la piccola piazzetta antistante l’edificio che è stata appositamente pedonalizzata e attrezzata con un nuovo arredo urbano, si trova proprio nel cuore della città: a pochi passi da Via Ricasoli, la principale strada commerciale di Livorno, chiusa al traffico, dove si affacciano alcune delle boutique più frequentate del centro; a 200 metri dal Teatro lirico “Carlo Goldoni”; a ridosso delle sedi dei principali istituti di credito cittadini; a 500 metri dalle caratteristiche zone commerciali dei fossi e dei mercatini.

 

Raggiungibile direttamente in auto Nessun altra galleria commerciale del centro può essere raggiunta così facilmente. I 393 posti macchina ad uso pubblico dell’attiguo parcheggio a rotazione (sorto al posto del capannone che ospitava la platea dell’ex Cinema) rendono “Il Foyer” accessibile direttamente in auto. I frequentatori della Galleria commerciale e a servizi non solo saranno così esonerati dallo stress di trovare parcheggio, ma anche dal fastidio di affrontare code o incolonnamenti, in quanto per il parcheggio è previsto un accesso esclusivo da Via Verdi.

 

Un forte appeal storico e artistico Altro elemento di appeal del Foyer è il suo prestigio storico e architettonico. La facciata dell’ex Cinema e tutto l’involucro della parte anteriore che ospitava l’ingresso, la biglietteria, il foyer, la cabina di proiezione, sono stati oggetto di un’attenta opera di restauro, in quanto progettati dall’architetto futurista Virgilio Marchi. Al contrario della struttura, posta sul retro, priva di interessa artistico, la facciata dell’edificio rappresenta una pregevole testimonianza dell’arte futurista. Il nome del nuovo centro polifunzionale, “Il Foyer”, legato alla cultura e alla tradizione livornese, dove il teatro ha sempre giocato un ruolo importante, non solo evoca l’antica destinazione dell’edificio, ma si addice anche molto bene alla nuova funzione sociale e aggregativa.

Brochure Foyer